Canzone per un dolore

20161128_120040

Poi ad un tratto la sera è diventata notte.
A volte non hai il tempo di accorgertene,
in pochi secondi tutto cambia:
sei vivo
sei morto.
E il mondo va avanti
ma non del tutto.
Da quando non ci sei
questa giostra è così stanca di girare
senza te.
ma io ti sento
ti vedo ancora,
sussurri qualcosa alle persone che amavi,
che ami,
ci sei e non andrai via.
Ti vedo ancora,
nel cielo mille stelle,
ma ecco
la più grande,
una che brilla più di tutte,
una che mi dice:”sorridi a chi piange”,
“Perchè sono tristi?”, mi chiedi.
Per qualcuno non sei andato via,
per qualcuno respiri ancora,
per qualcuno sei ancora sul bus,
con le cuffiette e quella canzone che va:
“Paradiso città”.
Elisa Landolfi IV B ODO

Commenti

  • a thought by claudio maria splendore

    brava , bella canzone , mi fa ricordare quando ero scout ed andavo a fare i campi in immense praterie e sdraiatomi di notte al suono di melodie strimpellate con una chitarra malconcia, sussurravo alle stelle piu’ brille tante cose, ma alla fine chiedevo pero’ sempre la stessa , quella di ritornare al piu’ presto dai miei………

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required