Quando le parole vengono generate non sono né belle e né brutte. E’ l’uso che ne facciamo a trasformarle e anche il tono della voce. L’origine del termine mafia non è chiaro, ma tempo fa, in Sicilia, si diceva che un ragazzo era mafiusu quando provava piacere a mettersi in mostra e se una bella ragazza aveva lo sguardo seducente si affermava che aveva la mafia negli occhi. I linguisti ancora oggi discutono sull’origine del termine (molti sostengono che la parola sia di origine araba, mahjas, che indica l’atto del vantarsi), ma di sicuro sappiamo che il male ha il grande potere di cambiare radicalmente tutto, anche le parole. Per questo non deve vincere.
Cosimo Stella III B Odo

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required